Home   Abenga Primavera Albenga Estate Borghetto d'Arroscia Montegrosso Pian Latte
Il programma della mostra (3) 
Laboratorio artistico: Ritaglio di carta (1) 
Immagini dalla 4° Mostra delle favole (7) 
La favola ritagliata di
Lupo

Visita dei bambini della scuola elementare di Villanova nel Parco delle favole 2005
Lupo
Album fotografico della visita del 5. 10. 2005
Relazione sulla 4° Mostra delle favole in controluce
Lorenza
Relazione sulla 4° Mostra delle Favole
 
“Le favole si scoprono in controluce…”
 
24 settembre – 8 ottobre 2005
 

 

Arrivati a Borghetto d’ Arroscia si viene accolti da Lupo, un signore vestito di nero molto sorridente che vive a Montecalvo, in cima alla collina proprio di fronte al Comune.

 

Insieme a lui c’è Lorenza, una signorina vestita di bianco che giocherà con i bambini arrivati dalle scuole elementari dei paesi vicini.

 

Tutto intorno alla valle si trovano boschi e campagne. Il sole batte poche ore al giorno perché i suoi raggi vengono fermati dalle colline che circondano il paese.

 

Tra luce ed ombre proveremo a scoprire l’ essenzialità e i valori della vita, a raccontare favole, leggende e tradizioni, aiutati dalle vive testimonianze del passato.

 

Il cammino inizia con una candela accesa nella Sala Consigliare posta al centro del cerchio che i bambini formeranno sotto le stoffe ondulate bianche e nere appese al soffitto.

 

Lupo con il suo sguardo attento e sognante comincia a raccontare la vita di una volta:

 

“…la sera intorno ad un fuoco i contadini tornati dalle campagne erano soliti intrattenersi  a chiacchierare tra loro. Arrivavano dalle case vicine per trascorrere un po’ di tempo insieme e davanti al piacevole focolare raccontavano i fatti della giornata. Tra le ombre delle figure non ben definite della stanza alcune volte nascevano dei racconti di pura fantasia con folletti e gnomi  che i bambini in silenzio attendevano curiosi.”

 

Nella stanza della mostra c’è una grande stufa accesa che ricorda i vecchi contadini e aiuta a creare una particolare atmosfera per ascoltare una fiaba di Hans Christian Andersen, il protagonista di questa  4° edizione, del quale quest’anno si festeggia il bicentenario della sua nascita.

 

Lorenza vicino alla silhouette dell’ artista cercherà con in prestito un suo racconto di portare, i bambini nel magico paese delle favole, pieno di sogni e fantasia.

 

Tutto intorno alle pareti ci sono opere di vari artisti che hanno interpretato a loro piacimento il tema del “controluce”… fotografie in bianco e nero …quadri con forti chiaro scuri, … incisioni su legno e molte silhouette in cartoncino nero dei vari personaggi di favole antiche.

 

Intanto Lupo armeggia con il proiettore per far vedere un filmato di Lotte Reiniger, una regista tedesca che negli anni ’20 realizzò il primo filmato di animazione. Il suo lavoro fu molto lungo, per ogni cortometraggio della durata di 10 minuti, dovette ritagliare più di 1000 figurine, per poi fotografarle e filmarle per ottenerne i movimenti.

 

I bambini rimangono affascinati dalle buffe sembianze dei personaggi che si muovono su uno sfondo bianco disegnato solo con alcuni tratti di matita. L’ assenza del sonoro non disturba la comprensione e anzi da la possibilità di chiacchierare e parlare delle curiose immagini…particolari cappelli, strani calzoni dei signori, decori del palazzo, non sfugge nessun particolare agli occhi vispi e attenti dei piccoli spettatori.

 

Su un grande tavolo, normalmente utilizzato per il Consiglio Comunale, i bambini sono invitati a ritagliare personaggi e figure per creare a loro volta delle storie che verranno raccontate con l’utilizzo di un cartoncino bianco dove appoggiare le silhouette di carta. E’ divertente vedere come la loro fantasia crea precisi soggetti dalle forme più diverse

 

… castelli con candelabri, scalinate e gioielli; case con vasi di fiori, scope e lampadari; un ritaglio che sembra una macchina è invece un chiaro ippopotamo e ancora alberi talmente slanciati  che quando si cerca di farli muovere dal vento si trasformano in fili d’erba giganti e fanno cambiare il corso dell’ intera storia.

 

La fantasia e la creatività dei bambini è ancora nettamente visibile e vulcanica. Gli adulti dovrebbero avere il buon senso di non soffocarla con troppe regole e rigidi comportamenti.

4° Mostra delle favole 2005
Lupo
 
 
 
 
 
 "Le favole si scoprono in controluce" 
nell'ubàgu

dell'Alta Valta Arroscia
 
24 settembre - 8 ottobre 2005
 
Borghetto d'Arroscia
sala consiliare
 
 
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

»powered by netzstat!